Responsive, minimal, simple.

post-adv-new-web-site

Dopo quasi due anni, ho avvertito la necessità di dare una bella rinfrescata al mio sito web. L’ho fatto tenendo sempre a mente tre concetti importanti, oramai indispensabili, a mio parere. Procedendo per ordine:
Responsive
Sicuramente uno dei principali motivi per il quale ho deciso di abbandonare il mio “vecchio” portfolio. Oggigiorno smartphone e tablet occupano sempre più spazio nelle nostre vite e un sito web accessibile da qualsiasi dispositivo mobile e fisso è certamente un must. Ecco, il mio portfolio visibile sul proprio smartphone mentre si è in giro per la città; sul proprio tablet mentre si sorseggia un tè in un bar; a letto, sul proprio laptop prima di andare a dormire o in ufficio mentre si lavora. Praticamente ovunque e su qualsiasi dispositivo.
Minimal
Posso ritenermi un amante del minimale. Il superfluo non serve, fa solo perdere tempo. In questo sito web vi ho inserito solo il necessario.
Simple
Semplice e lineare. A me piacciono le cose semplici, talvolta difficili da individuare proprio perché semplificare non è affatto facile. Doveroso riportare qui una citazione di Bruno Munari (storico artista e designer italiano): “Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare. Per semplificare bisogna togliere, e per togliere bisogna sapere cosa togliere..”

Così nasce il mio nuovo sito web.